Demetra, Willoke Festival 2017, Monteleone di Puglia, Italia

L’opera è stata realizzata in occasione di Willoke Street Festival presso Monteleone di Puglia, nel mese di agosto 2017.

 

Demetra, la Madre Terra, viene sedotta dalla sua stessa creatura, quel paesaggio e quella Terra, che governa, e su di essa trova sostegno per il suo riposo. La dea del grano e dell’agricoltura, quasi in estasi, col la mano sinistra avvicina al viso una spiga di grano, come a gustarne lo spirito e l’essenza della vita in essa contenuta. Con la mano destra trae beneficio e piacere nel toccare il terreno, cercando il contatto diretto col paesaggio che si inchina dinanzi ad essa.

I giochi di fasce alle spalle della dea rappresentano i quattro elementi che costituiscono la vita d’ogni essere vivente sulla Terra, e che determinano il ciclo delle stagioni, come della vita e della morte. L’aria, con il volo di un’aquila, la regina del cieli; l’acqua, dalle onde del mare, che ricordano i motivi decorativi dell’antica Grecia; Il fuoco; nel giallo del sole che attraversa la composizione e che include il volo in sequenza dell’aquila; la Terra, nella mano destra di Demetra, ma in modo più significativo di fronte ad essa.

Ad indicare che Demetra è ritenuta l’artefice della vita e della morte, ai lati sono inserite le lettere alfa e omega, a simboleggiare che è colei a governare l’inizio e la fine della vita d’ogni essere vivente sulla Terra.

Il murales ed il paesaggio sono un’unica cosa, un gioco di sguardi, di linee, di forme e di proporzioni, che rendono Demetra integrata a pieno nel contesto paesaggistico e culturale, entrando in sinergia con esso.